Gammarus balcanicus Schäferna, 1922
Descrizione Sinonimia Figure Ecologia Letteratura Distribuzione Mappa

 

Locus typicus: Kolasin (Crna Gora)

Descrizione. Maschio, 14 mm. Corpo glabro; urosomiti 1-3 ciascuno con 1 gruppo mediano e 2 dorsolaterali di 1-2 spine e numerose setole; gruppi dorsolaterali dell'urosomite 1 spesso assenti.

Lobi laterali cefalici subarrotondati; occhi ovali.

Antenna 1 lunga circa quanto i 2/3 del corpo; peduncolo e flagello poco setolosi; flagello principale con un massimo di 35 articoli, flagello accessorio di 2-4 articoli. Antenna 2 con poche setole; flagello esile, avente fino a 13 articoli leggermente depressi dorsoventralmente, con calceoli (occasionalmente mancanti).

Pezzi boccali normali. Segmento 3 del palpo mandibolare con 1 gruppo di setole A, 1-2 gruppi di setole B, 26-32 setole De 4-5 lunghe setole E.

Coxe 1-4 prive di setole medioventrali.

Gnatopodi 1-2 normali, poco setolosi; orlo palmare con 1 spina mediana.

Pereiopodi 3-4 esili, con scarse setole sul margine posteriore. Pereiopodi 5-7 con spine su entrambi i margini dei segmenti 3-6; margine posteriore del segmento 2 con poche corte setole e lato interno dello stesso segmento senza setole posterofacciali.

Piastre epimerali 2-3 pid o meno acute, con spine ventrali e senza setole.

Ambedue i rami dell'uropode 3 presentano gruppi di spine sul margine esterno assieme a setole; le setole lungo il margine esterno del ramo esterno sono semplici, quelle sul margine interno del ramo esterno e su ambedue i margini di quello interno, sono piumose.

Lobi del telson ognuno con 2-3 spine distali e 0-1 dorsali, accompagnate da singole setole molto corte.

Branchie coxali sui segmenti mesosomali 2-7.

Femmina priva di calceoli e di spina mediana palmare sugli gnatopodi 1-2; setole sui pereiopodi 3-4 più lunghe, uropodi 3 e tutte le altre appendici più corte. Oostegiti larghi.

Variabilità. Si tratta di una specie molto variabile, in cui la lunghezza del ramo interno negli uropodi 3 è compresa tra 1/3 e 2/3 del ramo esterno; 6 inoltre variabile l'armatura degli urosomiti 1-3.

Osservazioni. In montagna 6 presente la forma stankoi G. Karanian, 1974, caratterizzata dal ramo interno dell'uropode 3 molto corto e dal corpo meno setoloso (Monte Baldo).